< LE STORIE DEI COMUNI

Collarmele - la storia

Durante i lavori del parziale prosciugamento del lago del fucino ( iniziati nel 41 d.C. ad opera dell'imperatore Claudio),la presenza di Roma si fece sentire,attraverso il potenziamento della viabilita'e con la costruzione di importanti isediamenti.
Gia' era presente la citta' dei marsi l'antica Cerfennia ( oggi Collarmele situata nei suoi pressi) che dominava la conca del Fucino. Nel medioevo svolse un'importante ruolo di controllo sul percorso della Tiburtina Valeria e sul Territorio circostante.
Era un vero e proprio borgo fortificato tale da consentirgli in caso di necessita' un prolungato periodo di difesa. Infatti il perimetro delle abitazioni unito uno all'altro ,costituiva insieme alle poche e strette finestre (piccoli lucernai o feritoie ) poste molto in alto e quindi difficilmente raggiungibili,un sistema di sicurezza contro l'attacco di bande ed oppressori.
Divenne comune autonomo solo nel 1816.
Oggi nei pressi del paese si puo' osservare la chiesa cinquecentesca della Madonna delle Grazie, mentre nell'interno del paese si potrÓ ammirare la Torre cilindrica medievale scampata al terremoto del 1915.
Inizio pagina ^