< LE STORIE DEI COMUNI

Bisegna - la storia

Interessante paese, Bisegna domina la Valle del Giovenco.
Situato alle pendici della Spina di Cerreto e della Montagna Grande, nel paese si trova la chiesa di Santa Maria Assunta che conserva alcuni preziosi argenti sulmonesi del Quattrocento, danneggiata dal terremoto del 1915. Valerio Massimo distrusse Visinio, un'antico castello marso. Posto sul territorio di Bisegna.
Divenne borgo fortificato per la sua posizione strategica a sentinella della valle. Chiuso ed arroccato sulla parte piu' alta della montagna trasse la sua forza e la sua importanza proprio dalla sua collocazione strategica.
Infatti la difficolta' di possibili attacchi da parte di bande di soldati scaturiva dalla fortificazione con la quale diligentemente era stata realizzata.
Struttura naturalmente votata all'autodifesa con alcune ,varianti poste a rafforzare alcuni punti del suo territorio ne hanno fatto una autentica fortuna( per un lungo periodo) dei residenti.
Fu feudo dei Piccolomini, dei Savelli, e degli Sforza. Divenne comune autonomo nel 1829, in precedenza era stato sottoposto al comune di Ortona dei Marsi.
Fu danneggiata dal terremoto del 1915.
Inizio pagina ^